Lima, migliaia in piazza contro la grazia all’ex presidente Fujimori: scontri e disordini (VIDEO)

La piazza dice no e armata di rabbia e indignazione scende in strada in massa a Lima, a migliaia, per protestare contro la grazia concessa dall’attuale capo di Stato, Pedro Pablo Kuczynski all’ex presidente Alberto Fujimori, che sta scontando una condanna a 25 anni per violazione dei diritti umani, corruzione e sostegno alle squadre della morte.

Lima, manifestanti in piazza: scontri e disordini

Le immagini e le notizie riportate dalla Bbc in queste ore riferiscono di scontri e disordini tra manifestanti e forze dell’ordine, con agenti costretti a ricorrere ai lacrimogeni per disperdere la folla e i capannelli che si sono creati lungo le arterie della città letteralmente invasa da manifestanti. E il grido intonato in massa per le strade di Lima in queste ore è uno solo: «No alla grazia», continuano da ore a urlare i dimostranti in quello che è ormai il secondo giorno di proteste cominciate alla vigilia di Natale e in queste ultime ore entrate nel vivo di scontri e recriminazioni.

La folla grida no alla grazia concessa a Fujimori

Tanto che, sempre secondo quanto riferito dalla Bbc e riportato dal sito dell’Ansa poco fa, la folla avrebbe anche cercato di raggiungere l’ospedale dove Fujimori, 79 anni, è ricoverato da sabato per un abbassamento della pressione, ma è stata bloccata dalla polizia in assetto antissomossa. L’attuale presidente del Perù, Pedro Pablo Kuczynski, ha riconosciuto la rabbia per la sua decisione, ma ha spiegato che non poteva «permettere a Fujimori di morire in prigione».