Liguria, indagato tunisino per istigazione e apologia del terrorismo

Sul suo profilo Facebook aveva foto e filmati di attacchi terroristici, di azioni di guerra e immagini riferibili alla brigata al-Quassam, braccio armato di Hamas e già presente nella lista delle organizzazioni terroristiche. Per questo un tunisino di 49 anni, residente a Perinaldo nell’imperiese, è indagato dalla Dda di Genova con l’accusa di istigazione e apologia del terrorismo. L’uomo era stato segnalato alcune settimane fa, notato in paese mentre sul suo smartphone guardava video contenenti scene di guerra nei Paesi arabi. Digos e polizia postale nell’ambito delle indagini hanno effettuato una perquisizione presso la sua abitazione trovando pc, cellulari e materiale informatico che sono poi stati sequestrati per approfondimenti. Gli inquirenti, che sono risaliti al suo profilo Facebook per chiarire quali siano i suoi contatti, hanno trovato anche video degli attacchi a Parigi alla Torre Eiffel e di disordini avvenuti fuori dalle ambasciate Usa e di Parigi.