Le “stelle” si allontanano dai 5 Stelle. La Ferilli: «Non li voterò»

sabato 30 dicembre 17:05 - di Ernesto Ciecaquaglia

Un fuoco di paglia e niente più. Le stelle dello spettacolo si allontanano dai Cinque Stelle. Il movimento di Grillo non è più cool, non fa più tendenza, non è più di  gran moda. E vip sono i primi a fiutare il vento che cambia. Desta scalpore oggi l’addio della Ferilli, che saluta i grillini dopo essere stata sponsor di Virginia Raggi. Sabrina non nasconde la sua delusione in una intervista alla Stampa di Torino: «Secondo me ‘sta ragazza – dice l’attrice a proposito della sindaca –  paga certi tweet sciocchi mandati quando c’era Marino. Una mania che può esporre alle polemiche, mettendo in luce contraddizioni. Secondo me, soprattutto quando si fa un mestiere pubblico, con un incarico amministrativo, bisognerebbe parlare di meno e lavorare di più». Al dunque, in vista delle prossime elezioni «il mio voto non glielo darò, dice la Ferilli a proposito dei rillini.

Anche Carlo Verdone si è stancato dei grillini, e della Raggi. Dopo l’endorsement dell’anno scorso, ecco le sue ultime parole: «Servirebbe un sindaco con le palle, ma ora non c’è».  All’addio dell’attore s’è unito quello di Fiorella Mannoia: «Sono stufa di loro, fanno il pesce in barile per non scontentare qualche elettore». La cantante «rossa» si era innamorata dei grillini nel 2014.  Alla lista dei vip delusi va aggiunto il regista Paolo Virzì: «Sono violenti e antidemocratici». Ben detto, la delusione fa parte della vita. Ma quali “geni della politica”, tutti questi vip, pensavano  di aver incontrato?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Domenico 1 gennaio 2018

    Questi vip non hanno fatto che dire la verità, a proposito di violenza, ed essere ripetitivi, non c’è da meravigliarsi, perché sono lo scarto della sinistra, che volete la quercia non ha mai fatto limoni!!!!

  • Ernesto Franceschini 1 gennaio 2018

    BANDERUOLE !!!!!!!!

  • Sergio 31 dicembre 2017

    Cari Vip che cambiate casacca, siete come tutti quelli della partitocrazia. Una battaglia si vince se si sta in trincea fino alla fine. E a tutti voi che mancano i coglioni. Buon anno?

  • Sabino Gallo 31 dicembre 2017

    Sono stupito del cognome del giornalista ; “Ciecaquaglia” ! Delle due l’una : cieca o quaglia, almeno ! Non sarà mica un pseudonimo , per sollecitare i commenti?
    Se la risposta è “No!”, io mi chiedo perché i suoi antenati erano tanto pessimisti ? Passi per la quaglia! Ma, almeno, non cieca!
    Anche io ho il nome di un volatile che….non vola : Gallo! Ma gli occhi sono stati sempre buoni! Ho sempre distinto le….”sabine” buone, anche fra quelle “malmenate” dai romani cafoni e violenti! E di queste belle creature ho sempre accettato con gradimento le cose che mi offrivano spontaneamente! Senza alcuna richiesta pretestuosa o insinuante da parte mia. Ed anche a distanza di molti anni , ricevo messaggi piacevoli : “ti ricordo sempre con affetto!” , “un bacino da parte mia !”, ” Ci rivedremo un giorno? “, “Sei sempre il ragazzo che io ho amato ?”, ecc. E la mia risposta è sempre la stessa : ” Non è cambiato niente! Sono quello che ero ! E vi aspetto!”

  • Vitto 31 dicembre 2017

    Cosa volete queste specie di stelle in salsa sinistra sono come le banderuole vanno dove tira il vento perché hanno bisogno di avere qualcuno che le protegge e gli dia lavoro e benefit.

  • Sabino Gallo 31 dicembre 2017

    Carissima Sabrina , sei stata sempre bella e posso rivelarti di aver sempre sentito una grande ammirazione per Te (“del tutto priva di violenza immaginaria” !) .
    Una sola cosa non capisco del tuo giudizio ! Tu sei una brillante stella! Anche se ti allontani un poco,come tutto nel’Universo, brillerai ancora di più e nessuno se ne accorgerà! Ti trasmetto un “bacino immaginario” moto sentito ed un augurio per un nuovo anno privo di quel brutto ’17 alla fine!
    —————————————————
    CARLO VERDONE !! Caro Carlo , ma di quali “palle” parli ? Le “palle” alle quali ti riferisci sono sempre quelle due “ovoidale” delle quali parlano ,sempre ed in particolare, coloro che non hanno capito che esse esprimono la loro funzione ignorando del tutto il buono o cattivo uso che si farà di quei piccoli “intraprendenti esserini” da loro prodotti !! Niente a che vedere con la “buona capacità gestionale” degli esseri umani che questi producono in collaborazione con le piccole uova femminili (molto meno numerose e più efficaci, comunque!) . Può venire fuori di tutto : persone intelligenti o coglioni! Il problema che si pone è quello di saperle distinguere !! Con ……il voto!

  • FRANCESCO MERANTE 31 dicembre 2017

    I grillini? Peggio dei Testimoni di Geova!