Le “stelle” si allontanano dai 5 Stelle. La Ferilli: «Non li voterò»

Un fuoco di paglia e niente più. Le stelle dello spettacolo si allontanano dai Cinque Stelle. Il movimento di Grillo non è più cool, non fa più tendenza, non è più di  gran moda. E vip sono i primi a fiutare il vento che cambia. Desta scalpore oggi l’addio della Ferilli, che saluta i grillini dopo essere stata sponsor di Virginia Raggi. Sabrina non nasconde la sua delusione in una intervista alla Stampa di Torino: «Secondo me ‘sta ragazza – dice l’attrice a proposito della sindaca –  paga certi tweet sciocchi mandati quando c’era Marino. Una mania che può esporre alle polemiche, mettendo in luce contraddizioni. Secondo me, soprattutto quando si fa un mestiere pubblico, con un incarico amministrativo, bisognerebbe parlare di meno e lavorare di più». Al dunque, in vista delle prossime elezioni «il mio voto non glielo darò, dice la Ferilli a proposito dei rillini.

Anche Carlo Verdone si è stancato dei grillini, e della Raggi. Dopo l’endorsement dell’anno scorso, ecco le sue ultime parole: «Servirebbe un sindaco con le palle, ma ora non c’è».  All’addio dell’attore s’è unito quello di Fiorella Mannoia: «Sono stufa di loro, fanno il pesce in barile per non scontentare qualche elettore». La cantante «rossa» si era innamorata dei grillini nel 2014.  Alla lista dei vip delusi va aggiunto il regista Paolo Virzì: «Sono violenti e antidemocratici». Ben detto, la delusione fa parte della vita. Ma quali “geni della politica”, tutti questi vip, pensavano  di aver incontrato?