La Russa avverte gli alleati: “FdI non accetta programmi già scritti”

In vista delle elezioni politiche Fratelli d’Italia avverte gli alleati. E lo fa attraverso Ignazio La Russa. «Non siamo per sottoscrivere nessuno programma predefinito né da Silvio Berlusconi né da Matteo Salvini – dice il fondatore di FdI ma siamo i primi a dire che l’incontro deve avvenire sui contenuti perché sul tema della sicurezza della tassazione e della famiglia le vicinanze sono forti». La Russa parla a margine di una conferenza stampa a Milano con gli esponenti locali di FdI e commenta le affermazioni del segretario della Lega Salvini. Sulla non negoziabilità di alcuni punti programmatici esposti ieri dal leader del Carroccio, il deputato di FdI risponde che «ognuno ha lo stile che predilige. Non sono nella condizione di criticarlo né di dire che ha fatto bene».

La Russa ironizza: “Non è una gara a chi ha il programma più lungo”

«Noi siamo pronti» continua, evidenziando come all’interno della coalizione «ci sono degli aspetti come il rapporto con l’Europa che vanno ridefiniti sebbene ci siano delle convergenze». «Non è una gara a chi ha il programma più lungo», ironizza La Russa, sottolineando però come «non sarà un lavoro difficile trovare una buona sintesi di programma anche perché il centrodestra ha governato insieme per molto e ha fatto bene».