La Rai celebra “Indietro tutta” e fa il boom di ascolti. Altro che Fazio…

Renzo Arbore torna in tv con il suo storico cavallo di battaglia e dimostra a tutte le star supepagate della Rai, Fabio Fazio in testa, come si fa televisione anche dopo trent’anni, con le idee e con il talenti, altro che Littizzetto, gag da cabaret e interviste in ginocchio ai politici. L’operazione nostalgia è riuscita, con “Indietro tutta 30 e lode” Rai 2 si è aggiudicata la serata degli ascolti tv in prima serata di ieri. La trasmissione di Renzo Arbore, infatti, ha conquistato 3.888.000 telespettatori e uno share del 19,24%, più della partita Milan-Verona andata in onda su Rai1 che è stata vista da 3.139.000 telespettatori con uno share del 12,34%. Su Canale 5 la seconda puntata di ‘Music’ ha ottenuto 3.089.000 telespettatori e uno share del 15,06%. Quanto alle altre proposte del prime time di ieri, “Chi l’ha visto?” su Rai3 ha totalizzato 2.335.000 telespettatori e il 10,93%, il film “Jack Frost” di Italia1, 1.337.000 (5,70%), Retequattro con il film “Renegade – Un osso troppo duro”, 1.129.000 telespettatori e share del 4,71%. Nel preserale, invece, “Striscia la Notizia” su Canale 5 è stata vista da 4.977.000 telespettatori pari a uno share del 19,26%, mentre su Rai3 la soap “Un posto al sole” ha ottenuto 2.218.000 telespettatori e l’8,58% di share. La7 con “Otto e mezzo” si mantiene stabile su 1.530.000 telespettatori e il 5,99% di share. Rai1 regna incontrastata nel preserale con “L’Eredità” vista da 5.028.000 telespettatori pari al 25,07% di share, mentre Canale 5 con “The Wall” ne ha ottenuti 4.197.000 pari al 21,35%.

Il 14 dicembre 1987 Indietro tutta debuttò in seconda serata con una media di 4,9 milioni di spettatori e del 29,4% di share. Tre mesi dopo, l’11 marzo 1988, l’ultima puntata ottenne 9,5 milioni e il 50,4%. Il remake torna mercoledì prossimo, sempre su Rai2. Nella trasmissione di ieri, il ricordo di tanti personaggi mitici resi famosi dal programma di Arbore,  da Francesco Paolantoni a Mario Marenco ma anche il grandissimo Massimo Troisi e Maria Grazia Cucinotta.