Ius soli, la legge folle è naufragata. Gasparri: “Siamo orgogliosi”

Blitz sventato. ”Abbiamo sconfitto l’ultimo tentativo di introdurre la folle legge sullo ius soli che, dopo la votazione dellalegge di bilancio, alcuni gruppi di sinistra avrebbero voluto approvare in fretta e furia. Gli emendamenti che abbiamo proposto, ma soprattutto la mancanza del numero legale in aula, hanno fatto naufragare questo tentativo”. Lo dichiara Maurizio Gasparri, senatore azzurro e vicepresidente del Senato.

Ius soli, blitz sventato

La raccolta di firme contro lo Ius soli di Fratelli d’Italia e la macchina organizzativa per chiederne l’abolizione tramite referendum qualora si fosse approdati sciaguratamente all’approvazione erano già pronte se il blitz nuovamente tentato fosse andato a buon fine. Il centrodestra è stato unito, compatto.

Ius soli: “Mai una cittadinanza regalata”

“Da un lato -aggiunge- sollecitavano una legge assurda. Dall’altro, erano già partiti con i trolley per le vacanze. Noi abbiamo contestato dal primo momento questa legge e siamo orgogliosi che la legislatura si chiuda senza varare una normativa errata e demagogia a favore dei clandestini”.   “Denunciamo poi il fatto che, con il pretesto dei corridoi umanitari, lo Stato italiano stia spendendo altri soldi per trasportare anche con aerei immigrati in Italia. Ha vinto il no allo ius soli. Così come abbiamo vinto oggi -conclude- vinceremo le elezioni e in Italia non ci sarà mai una legge sciagurata sulla cittadinanza regalata”.