Incubo a Termini: il treno parte, loro sono a bordo, il figlioletto resta a terra

Giornata da incubo per una famiglia di viaggiatori: davanti agli occhi dei genitori si chiudono le porte del treno e il bimbo rimane a terra nel passeggino. È accaduto tutto in pochi istanti alla stazione Termini di Roma. Ma per fortuna c’è stato un lieto fine.

Il bimbo rimasto da solo a Termini

I genitori stavano caricando sul treno i bagagli, quando le porte del convoglio si sono chiuse per la partenza. La scena è stata notata da una passeggera in attesa sul binario, che ha visto il padre del bambino che, dall’interno, cercava di sbloccare le porte del treno, nel frattempo partito. Il pianto disperato del piccolo sul passeggino ha richiamato l’attenzione degli agenti della Polizia di Stato della Polfer, che lo hanno immediatamente trasportato in un luogo caldo, provando a calmarlo.

Il “lieto fine”: il treno fermato a Tiburtina

Contattato il capotreno, gli agenti sono riusciti a far fermare il treno alla stazione Tiburtina, dove hanno trovato il padre disperato che chiedeva aiuto. Accompagnato alla stazione Termini il genitore ha potuto riabbracciare il figlio.