Imbarazzo a corte, con una spilla “razzista” la principessa di Kent irride Meghan Markle

Perfidia di principesse. Alla fine ha dovuto chiedere scusa la cugina della regina Elisabetta che al pranzo di famiglia prima delle feste si è presentata con una spilla “razzista”. Marie Christine von Reibnitz – famiglia che nel 1945 deteneva il baronato nei Sudeti (la regione cecoslovacca occupata dai nazisti -, moglie del principe Micheal – figlio del principe Giorgio, duca di Kent e cugino di Elisabetta – ha infatti indossato una spilla che ritraeva il “Blackamoor”, una testa di moro. Un simbolo che ha fatto scalpore soprattutto perché al pranzo era presente anche Meghan Markle, neofidanzata del principe Harry e di origini afroamericane. La donna si è scusata per la “gaffe” e ha sostenuto di averla indossata “involontariamente”. I gioielli che ritraevano teste di moro e schiavi neri nelle colonie britanniche erano di moda in epoca coloniale, ma ora vengono considerati di cattivo gusto e un po’ “retro”.