Il “Salvator Mundi” finisce ad Abu Dhabi: lo ha comprato un principe saudita

È un principe saudita l’acquirente del Salvator Mundi, il dipinto attribuito a Leonardo da Vinci e battuto all’asta da Christie’s a novembre scorso alla cifra record di 450,3 milioni di dollari. Lo riferisce il New York Times, spiegando che Bader bin Abdullah bin Mohammed bin Farhan al-Saud, è questo il nome del principe, non ha un passato da collezionista d’arte.

Dietro l’acquisto ci sono intrighi di palazzo?

Secondo i documenti posseduti dal quotidiano newyorchese, la rivelazione che il principe Bader è l’acquirente collegherebbe uno dei misteri del mondo dell’arte con gli intrighi di palazzo in Arabia Saudita. Il principe Bader, infatti, avrebbe pagato una somma spropositata per un ritratto di Cristo contrario ai principi della fede islamica, in un momento in cui in Arabia Saudita molti esponenti della stessa famiglia reale sono soggetti a una forte repressione anticorruzione avviata dal 32enne principe reale Mohammed bin Salman, del quale Bader è considerato amico.

Il Salvator Mundi finisce ad Abu Dhabi

Il dipinto sarà esposto al Louvre di Abu Dhabi. L’annuncio è arrivato su Twitter dalla stessa filiale del museo, che ha anche postato la foto del quadro, attualmente in viaggio verso gli Emirati Arabi.