Il bambino vittima dei bulli commuove il mondo. Ma ora la mamma finisce sotto accusa (video)

E’ un video che è stato visto più di 20 milioni di volte, rilanciato anche da molti siti e quotidiani italiani. Si vede il piccolo Keaton che, filmato da sua madre, racconta piangendo le prepotenze subìte dai compagni di scuola. La donna, Kymberly Jones, poi è stata accusata di essere una razzista perché espone sul suo profilo Facebook (ora chiuso) la bandiera dei Confederati. Ma che c’entra questo con il bambino? Nulla in effetti. Ma a destare sospetti c’è anche il fatto, come racconta Repubblica, tra i primi ha rilanciato il video, che è stata aperta una pagina per raccogliere fondi per Keaton. “Il tam tam social- scrive ancora Repubblica – inverte la rotta e dal sostegno incondizionato al giovane maltrattato dai coetanei, si passa velocemente al j’accuse contro la famiglia che avrebbe strumentalizzato la drammatica esperienza del bambino nascondendo interessi e idee politiche estreme”.