Grana a luci rosse per la Fedeli: il sito di un liceo siciliano diventa un portale porno

Nuova grana per il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli. Stavolta a creare grattacapi ai piani alti di viale Trastevere ci hanno pensato i proprietari di un sito porno internazionale, che ha comprato il dominio di un prestigioso liceo siciliano. Il pluripremiato liceo scientifico Majorana di Caltagirone, due volte nel 2015 e 2016 dall’Accademia della Crusca e, poi, ancora con gli studenti citati quest’anno per un cortometraggio su Dante. Chi cerca su google l’istituto in questione, rischia di ritrovare anziché formule matematiche o programmi scolastici, video porno, immagini di accoppiamenti in ogni salsa e per ogni orientamento sessuale.

liceo-siciliano

Cerchi il liceo scientifico? Trovi gli amplessi

Non solo: se qualche studente o qualche professore ha salvato l’indirizzo della scuola tra i preferiti rischia di trovarsi direttamente su un sito porno che farebbe impallidire anche le più disinibite professoresse della commedia all’italiana sexy degli anni ’70. E ad avvertire il navigatore non c’è neppure il tradizionale banner di avvertimento: questo sito è vietato ai minori. Nulla di tutto questo, si viene catapultati direttamente su una galleria di fotografie e vide che non lasciano spazio all’immaginazione.

sito-porno-liceo

Il nome del dominio comprato da un sito porno

Come è potuto accadere tutto questo? Qui entrano in ballo le responsabilità di chi ha seguito il sito finora da parte del ministero e del provveditorato. Sembrerebbe, infatti, non trattarsi di un hackeraggio, ma di una semplice disattenzione. Il liceo scientifico Majorana di Caltagirone ha accorpato due anni fa un’altra scuola, un istituto tecnico e, quindi, ha cambiato nome. Ora si chiama istituto superiore Majorana Arcoleo. All’inizio di quest’anno anche il sito, giustamente, ha cambiato nome. Prima era liceoscientificomajorana.eu (che è diventato a tutti gli effetti un sito porno) e adesso è diventato ismajoranarcoleo.gov.

valeria-fedeli

I precedenti a luci rosse dei licei di Pavia e Bari

È possibile che si sia lasciato decadere il vecchio dominio con il nome della scuola, che è stato acquistato da altri, evidentemente interessati ad avere un target di giovani studenti. Il proprietario del dominio hot dal 16 dicembre scorso è un francese, si chiama Tristan ed è pubblico sia il suo indirizzo che il numero di telefono. Non è la prima volta che il vecchio sito di una scuola viene occupato da un portale a luci rosse. Ci sono stati due precedenti. Uno a Pavia con la scuola media Leonardo Da Vinci e l’altro a Bari. Ora tocca agli studenti siciliani. E non si tratta di lezioni di educazione sessuale.