Giappone, l’imperatore abdicherà: sul trono Naruhito e la sua “principessa triste”

È la prima volta che succede in 200 anni di storia e per renderlo possibile è stata necessaria una legge ad hoc. Ora l’annuncio ufficiale, l’imperatore del Giappone, Akihito, abdicherà in favore del figlio maggiore, il principe Naruhito, il 30 aprile 2019.

L’ultima abdicazione fu nel 1817

La decisione è stata presa dal Consiglio della casa imperiale, dopo una riunione cui hanno partecipato i membri della famiglia reale e rappresentanti della politica, a partire dal premier Shinzo Abe. È stato proprio Abe a confermare la notizia alla stampa. Si tratta di un fatto storico: da due secoli a questa parte nessun imperatore in Giappone aveva mai abdicato nell’esercizio delle sue funzioni. L’ultima volta era avvenuto nel 1817, quando a rinunciare al trono fu l’imperatore Kokaku. La volontà dell’85enne Akihito di passare il testimone, però, è un fatto noto da tempo e lo scorso giugno il Parlamento giapponese ha approvato una legge che permette all’imperatore di rinunciare al trono. Lo stesso Akihito aveva reso pubbliche le sue intenzioni in un messaggio televisivo rivolto alla nazione ad agosto. La decisione era stata motivata con il fatto che l’età non gli consente più di assolvere al meglio i suoi compiti.

Ma la principessina Aiko non sarà imperatrice del Giappone

Il giorno dopo l’abdicazione, il primo maggio 2019, la corona passerà a Naruhito, il primo dei tre figli dell’imperatore e dell’imperatrice Michiko. Il principe ereditario avrà 59 anni quando prenderà il posto del padre e si ritroverà alla guida della più antica monarchia ereditaria al mondo: dal 660 a.c. in poi, 125 monarchi si sono succeduti senza alcuna interruzione. Con lui salirà al trono del Crisantemo la moglie, la principessa Masako, nota come la “principessa triste”. Dopo di loro, però, se non ci saranno modifiche alla legge di successione al trono, la corona passerà al ramo cadetto della famiglia: Naruhito e Masako hanno solo una figlia femmina, la principessa Aiko (nata nel 2001), e secondo la legge l’impero non può essere ereditato da una donna. La corona dovrebbe quindi passare al cuginetto Hisahito (nato nel 2006), figlio del fratello di Naruhito, Akishino, la cui nascita bloccò il tentativo di riforma della legge di successione, che il Giappone stava intraprendendo proprio per consentire l’eventuale ascesa al trono di Aiko.