Gerusalemme, la protesta islamica arriva sotto la Casa Bianca (video)

Arrivano fin sotto la Casa Bianca le proteste contro la decisione di Donald Trump di spostare l’ambasciata americana in Israele a Gerusalemme, riconoscendo di fatto la città come capitale dello Stato. Certo, nulla a che vedere con le sommosse scoppiate in Palestina, che hanno provocato già alcuni morti e centinaia di feriti. A Washington si è trattato di una protesta pacifica, ma dal significato fortemente simbolico: numerosi musulmani, infatti, si sono dati appuntamento ai giardini Lafayette, nei pressi della Casa Bianca, e hanno dato vita a una preghiera collettiva, il cui video è stato rilanciato dai social.

Per Gerusalemme manifestazione anche a Roma

Anche in Italia non sono mancate manifestazioni della comunità palestinese, come quella che si è svolta di fronte all’ambasciata Usa. Durante la protesta, sono state sventolate bandiere della Palestina e mostrati cartelli con l’immagine del presidente dell’Autorità nazionale palestinese, Abu Mazen, sullo sfondo di Gerusalemme e la scritta «Gerusalemme è la capitale eterno dello stato di Palestina».