Da sinistra l’idea di un Babbo Natale nero e gay in un libro per bambini

Nell’America anti-Trump che rimpiange Obama e coltiva il politicamente corretto a tutti i costi può accadere anche che in nome della provocazione anti-destra e contro il rispetto delle tradizioni, spunti la proposta – contenuta in un libro per bambini – di un Babbo Natale nero e omosessuale. Come racconta il quotidiano on line Linkiesta, il vecchio Babbo Natale viene considerato, negli States, da una certa componente politica cosiddetta progressista, logoro, superato: non va più bene che sia bianco ma deve essere nero ed fidanzato con un altro Babbo Natale, stavolta bianco, con cui forma una famiglia arcobaleno.

Nel libro per bambini  Santa’s Husband, scritto dal comico Daniel Kibblesmith, il tema apparatentente faceto in reatà viene sviluppato in modo serio, in contrapposizione con una teoria, espressa qualche anno fa da una giornalista di Fox News, secondo cui il simbolo del Natale, anche nella sua carnagione, non va toccato. “Babbo Natale è quello che è. Cioè è bianco”, disse in diretta Megyn Kelly, facendo scalpore. Le  affermazioni rimbalzarono in tutto il Paese provocando una levata di scudi da un parte, un coro di consensi dall’altra, sinistra congro destra, come al solito, negli Stati Uniti guidati dal primo presidente afro-americano. Quella frase trovò la risposta di Kibblesmith, in un tweet: «Mio figlio non conoscerà nessun Babbo Natale bianco. Per lui sarà nero. E se ne vedrà uno bianco, allora gli diremo “Quello è suo marito”». Da qui l’idea di farne un libro, in uscita in questi giorni.

Con i bambini vittime innocenti di queste inutili provocazioni “culturali”.