Cecchi Gori, colpito da ischemia, esce dal coma indotto. La Rusic: ci ho parlato

È uscito dal coma farmacologico Vittorio Cecchi Gori, 75 anni, ricoverato da due giorni in rianimazione presso il Policlinico Gemelli di Roma. “Sono appena stata da Vittorio, era contento di vederci. E’ uscito dal coma farmacologico, è ancora in reparto rianimazione, respira aiutato dall’ossigeno, ma il professor Antonelli mi ha assicurato che, se continua così, tra un paio di giorni potrà lasciare questo reparto”, ha rivelato l’ex-moglie Rita Rusic, appena arrivata da Miami con il figlio Mario, dopo aver fatto visita all’ex marito

Il produttore cinematografico ed ex-presidente della Fiorentina calcio è stato portato d’urgenza in ospedale il 24 dicembre  in seguito ad un’ischemia cerebrale che avrebbe causato un grave e conseguente  problema cardiologico.

E proprio a causa di questi problemi i medici sarebbero intenzionati, almeno per il momento, a non intervenire chirurgicamente.

Già senatore del Partito popolare italiano per due legislature, nel 2001 Cecchi Gori si era candidato in Sicilia per l’Ulivo ma non era stato eletto così come nel 2006 quando aveva mancato nuovamente il seggio dopo la sua candidatura nel Lazio con il Movimento per l’Autonomia, alleato con la Lega Nord.

Quanto all’impero cinematografico fondato dal padre Mario, la produzione vanta decine di pellicole, dai cinepanettoni che hanno sbancato i botteghini a film più impegnati e di grande successo come “La vita è bella” o l’indimenticabile “Il Postino”.

Decine anche le donne celebri e belle di cui Cecchi Gori si è sempre circondato: da Rita Rusic – l’ex-moglie tornata in queste ore a Roma, insieme a uno dei due figli,  Mario, da Miami, dove vivono, per stare accanto al produttore – a Valeria Marini. Una storia, quest’ultima, inaspettata non tanto per la grande differenza d’etá fra i due quanto, piuttosto, per i profondi sentimenti che l’hanno colorata. E per la capacità della Marini di stare al fianco di Vittorio Cecchi Gori soprattutto nei momenti più bui della sua vita, quando fu travolto dai problemi giudiziari e quando dovette vendere Tmc1 e Tmc2 a Telecom consigliandogli, invece, di trovare un accordo con Silvio Berlusconi.

L’ultima volta che il produttore fiorentino era apparso in tv, ospite di una trasmissione di Rai1, pochi giorni fa, aveva parlato di una sua partecipazione alla selezione per il cast della prossima edizione di “Ballando con le Stelle”.