Carissimo “Russiagate”: in 4 mesi agli americani è costato 3 milioni di dollari

L’inchiesta sul Russiagate, condotta dal procuratore speciale Robert Mueller, nei primi quattro mesi e mezzo è già costata 3,2 milioni di dollari. Lo ha reso pubblico il Dipartimento di Giustizia americano.

Tutti i conti del Russiagate

La spesa comprende 1,7 milioni di dollari in salari e straordinari, sebbene 1,2 milioni di dollari facciano riferimento agli stipendi dei dipendenti del dipartimento di Giustizia assegnati all’inchiesta. La spesa per nuove assunzioni ammonta invece a 500,696 dollari. I dati fanno riferimento al periodo che va dalla metà di maggio, quando Mueller è stato nominato a capo dell’inchiesta, alla fine di settembre. Il procuratore Mueller ha anche speso 733.969 dollari per forniture da ufficio, che al termine dell’inchiesta rimarranno di proprietà del dipartimento di Giustizia. Per l’inchiesta sono stati spesi anche 223.643 dollari per spese di trasferta, quasi tutte riferibili al personale che si è trasferito a Washington per partecipare alle indagini. Le atre spese riguardano forniture informatiche, trascrizioni e manutenzione.