California, sono decine i morti per gli incendi. Che non si fermano (video)

Una persona è morta in California in uno dei sei giganteschi incendi che hanno colpito la regione, alimentati dal vento: la vittima è una donna di 70 anni morta mentre cercava di mettersi in salvo lasciando la zona dell’incendio che ha colpito la contea di Ventura, appena a nord di Los Angeles. La donna è morta in un incidente stradale, ha riportato una fonte medica citata dal Los Angeles Times. Il più ampio degli incendi a nord di Los Angeles si sta rapidamente espandendo e ieri aveva coperto una superficie di centinaia di chilometri quadrati continuando a crescere a nord e ovest verso la contea di Santa Barbara. Oggi altre 87mila persone hanno dovuto abbandonare le loro case nell’area e si sono allontanate a causa delle fiamme che hanno devastato circa 640 chilometri quadrati di territorio attraverso quattro diverse contee. Le fiamme, alimentate da venti fortissimi, continuano a divorare la California, dove, al momento, sono state costrette a lasciare le loro abitazioni oltre 230mila persone. Dall’inizio della settimana sono andati in fumo migliaia di ettari di vegetazione, centinaia di case e molte altre continuano a essere minacciate dalle fiamme. A sud di Los Angeles, almeno due persone sono rimaste ferite. L’agenzia californiana per la lotta contro gli incendi ha avvertito che i venti resteranno fortissimi, di categoria 1 secondo la classificazione degli uragani, fino a 120 chilometri all’ora ancora per tutta la giornata di oggi. Non solo, le temperature elevate di questi giorni creano delle condizioni “estremamente pericolose”. Il mese scorso in un’altra serie di incendi in California erano morte oltre 40 persone.