Boschi celebra un’unione gay e commenta: ho provato un brivido di emozione

Maria Elena Boschi, al centro di furibonde polemiche sulla questione di banca Etruria e sul conflitto d’interessi, non se ne sta certo a casa a riflettere sul da farsi, nascosta e sconfitta. Non si dà per vinta, insomma, anche se ha letto sui giornali che i suoi interventi in favore di papà Boschi, confermati dal presidente Consob Giuseppe Vegas, avranno conseguenze nefaste sull’elettorato del Pd renziano, facendogli perdere un milione di voti secondo i sondaggisti.

Eppure il partito non intende silurarla, per evitare di dare ragione agli avversari. Sarà candidata, con la benedizione del premier Paolo Gentiloni. Così la Boschi sa che deve restare sotto i riflettori e deve sfruttare il momento cercando di volgere a suo favore la diatriba. Prima ha accusato Marco Travaglio di sessismo, e ora esibisce la sua fotografia mentre celebra l’unione civile dei suoi amici Ivan e Riccardo. Un tentativo, dunque, di risollevare la sua immagine irrimediabilmente danneggiata, recuperando sul tema dei diritti civili che il Pd sbandiera come fiori all’occhiello in campagna elettorale, forte dell’approvazione di due leggi – unioni civili e biotestamento – particolarmente care alla sinistra.

E la foto viene infatti postata sul suo profilo Fb ufficiale con il seguente commento: “Oggi in Palazzo Vecchio ho avuto l’onore di unire civilmente due miei amici, Ivan e Riccardo. Indossando la fascia tricolore ho pensato alla legge che abbiamo fortemente voluto. E quando alzando gli occhi ho visto delle persone felici che si prendevano un impegno davanti alla comunità, nel palazzo che rappresenta la storia di Firenze, ho provato un brivido di emozione che non riesco a trasmettere con un post. Buona giornata“.