Blitz di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica: 7 indagati, c’è anche un minore

Sono otto le persone indagate dalla procura di Roma per il blitz di Forza Nuova di ieri pomeriggio sotto la sede di Repubblica e L’Espresso. Si tratta di sette maggiorenni e un minorenne la cui posizione è stata trasmessa alla procura dei minori. L’identificazione è stata possibile anche grazie alle telecamere. L’indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Caporale. La Procura di Roma contesta loro i reati di manifestazione senza preavviso, travisamento, violenza privata e accensione di artifizi pirotecnici in luogo aperto al pubblico. Due militanti del movimento di estrema destra erano stati identificati e denunciati a piede libero ieri dalla Digos, mentre altri sei sono stati identificati oggi anche grazie alle telecamere delle zone vicine. Il giorno dopo il blitz sotto la sua sede, il Cdr di Repubblica ha reso noto un c0municato in cui parla di “spedizione mascherata” di Forza Nuova . “Le maschere sui volti, i fumogeni, il linguaggio utilizzato da Forza Nuova con la sua ‘dichiarazione di guerra’ ai giornalisti di Repubblica e de L’Espresso minacciando nuovi ‘attacchi’ sono un gravissimo atto nei confronti della libertà di stampa, diritto costituzionale che insieme agli altri diritti civili per i quali Repubblica si batte da tempo con le sue campagne”.