Berlusconi: su Mosca Biden sbaglia. Lo dico da vittima di fake news

“Le accuse di Joe Biden contro Mosca, contro le manipolazioni delle democrazie occidentali, compreso quella italiana, sinceramente mi hanno meravigliato. Le ho ritenute non credibili”. Intervistato dal Corriere della Sera, Silvio Berlusconi affronta il terreno scivoloso delle “bufale” internazionali rivolgendosi agli attacchi al Cremlino dell’ex braccio destro di Obama. “Posso dire di essere uno dei maggiori esperti al mondo di fake news, nel senso che sono e ne sono stato vittima come forse nessun leader della storia dell’occidente democratico”, aggiunge l’ex presidente del Consiglio, che difende il suo amico Vladimir Putin. Il presidente russo – dice il Cavaliere –  rispetta le scelte dell’Italia”.

Berlusconi: Biden sbaglia. Nessuna manipolazione

Joe Biden è un politico esperto – aggiunge Berlusconi – se l’amministrazione Obama, della quale era vicepresidente, fosse stata in possesso di queste notizie, avrebbe avuto il dovere di avvertire Paesi amici e alleati. La mia impressione è che Biden abbia in animo di candidarsi nel 2020 per i democratici, e abbia scritto questo articolo soprattutto per ragioni di politica interna, per attaccare la politica di Trump. In realtà la sua analisi, anche per quanto riguarda le presunte difficoltà interne di Putin, mi sembra imprecisa e superficiale”.

Il Pd impari la lezione dal Pci

Passando alla politica interna, nel giorno in cui Matteo Renzi chiude a ipotesi future di coabitazione al governo con Berlusconi, il leader azzurro attacca il Pd. “Il popolo italiano è intelligente e consapevole, ha votato no al referendum per difendere la democrazia e impedire una deriva pericolosa. Il Pd sbaglia ad attaccarsi a questi argomenti (fake news ndr), dovrebbe ricordare che furono i loro antenati del Pci a ricevere da Mosca non solo finanziamenti ma anche un diretto sostegno con le tecniche della disinformatia“. Parole tranchant anche verso i Cinquestelle: “Sono complottisti, ma sarebbe sbagliato usare contro di loro – e contro la Lega – lo stesso metodo. E’ sbagliato da un punto di vista etico e politico”.