Berlusconi stronca Di Maio: “Trovati un lavoro, che è meglio”

Un Berlusconi dispensator di “consigli” da Rai Parlamento. Una parola “buona” per tutti.  Dare un consiglio a Matteo Renzi “è più difficile” che darlo a Di Maio, dice Silvio Berlusconi a “Settegiorni”, perché “il Pd è in crisi e non è nemmeno più in corsa per la guida del Paese, non per colpa del suo leader ma perché, come tutta la sinistra in Europa, è rimasto al secolo scorso, allo statalismo. Ha esaurito la sua capacità di progetto e innovazione. In tutta Europa la sfida è tra le forze di governo che sono espressione del Ppe e i movimenti ribellisti, pauperisti, giustizialisti come i Cinque  Stelle”. Un Berlusconi che ci va giù leggero…. Poi ancora più ultimativo: “Un consiglio al candidato premier M5S Luigi Di Maio? E’ facile: devi trovarti un lavoro, per un periodo nemmeno troppo breve, e soltanto poi potrai proporti come governatore del Paese”.

Il premier Gentiloni a palazzo Chigi anche dopo le elezioni? “Mi spiace che si parli così tanto di un’ipotesi che non si verificherà. Sono assolutamente certo di tre cose: dopo le elezioni ci sarà un governo finalmente scelto dalla maggioranza degli italiani; che questo governo sarà nostro, del centrodestra; e che sarà Forza Italia, primo partito della coalizione, a proporre al Capo dello Stato il nome del candidato premier. Ogni giorno i sondaggi migliorano e siamo già molto vicini alla maggioranza assoluta in Parlamento“, ribadisceo Berlusconi, intervistato da Rai Parlamento. Un Berlusconi sicuro di vincere, come si sente sicuro sulla capacità di “tenere a bada” Mtteo Salvini: ” Con Salvini i rapporti sono buoni. Al di là dello stile diverso di fare campagna elettorale, l tavolo di lavoro è un interlocutore serio e ragionevole”.