Beirut, omicidio della diplomatica britannica: fermato un tassista

Un orrore impossibile da metabolizzare, quello che ha segnato l’efferato omicidio di Rebecca Dykes, la diplomatica britannica violentata e strangolata a Beirut, il cui corpo è stato trovato ieri (sabato 16 dicembre ndr) sul ciglio di un’autostrada. Oggi, per quel delitto, è stato fermato un sospetto.

Beirut, omicidio della diplomatica britannica: fermato un uomo

La polizia di Beirut ha appena arrestato un sospetto in relazione all’omicidio di Rebecca Dykes, la diplomatica inglese che lavorava presso l’ambasciata britannica in Libano. Lo ha reso noto la Bbc citando una propria fonte della polizia libanese. Il cadavere della donna, che è stata strangolata, è stato trovato sabato sera sul ciglio di una strada. Il sospetto sarebbe un tassista, secondo la Bbc. «Siamo devastati dalla perdita della nostra amata Rebecca. Stiamo facendo tutto il possibile per capire cosa sia successo», ha detto la famiglia della vittima in un comunicato. «Chiediamo ai media di rispettare la nostra privacy», hanno aggiunto i familiari. Intanto gli investigatori stanno cercando di ricostruire il perché e il contesto della feroce aggressione mortale.