Astici maltrattati e confezionati vivi in un supermercato. Video-denuncia

“Astici incellophanati ancora vivi” al supermercato. E’ quanto denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista, che su Fb posta un video in cui si vede un astice impacchettato muovere le antenne. “Il fatto – riferisce Sidoli – è avvenuto il 27 dicembre a Giugliano (Napoli)”.

Il dirigente animalista ha scritto una lettera alla catena francese di supermercati a cui fa riferimento il punto vendita: “Confezionare animali vivi non è altro che un maltrattamento, reato, previsto e punito dagli artt. 544 ter e 727 del c.p. Rispettare la dignità animale rappresenta un alto imperativo morale, che è venuto meno nel vostro punto vendita di Giugliano. Vi prego cortesemente di avviare accertamenti urgenti affinché simili fatti non si ripetano più. La vita degli animali sacrificati per le feste o per il fugace piacere dei gourmet è breve e colma di sofferenze. Bisogna promuovere un’alimentazione e uno stile di vita veg, soprattutto perché rispettosi del benessere degli animali e riduce di molto il nostro impatto sull’ambiente”.

Rispondendo sulla pagina Facebook di Sidoli, Auchan Italia ha scritto: “Ciao Rinaldo, stiamo monitorando l’accaduto e ti confermiamo che non è prevista in alcun modo la vendita di astici vivi preincartati nei nostri ipermercati. Sarà nostra cura elevare il livello di attenzione degli addetti al confezionamento per garantire l’applicazione delle corrette procedure nel rispetto del benessere degli animali. Buona giornata”.