Asti, picchia una ragazza e la segue nel bagno del locale per stuprarla

Adocchia una ragazza, straniera come lui, poi decide di accorciare le distanze senza ricorrere a un approccio, ma con la forza bruta e la violenza di cui è capace: e così, dopo averla intimidita e picchiata per il rifiuto ostentato dalla giovane che ai suoi occhi appare evidentemente solo come una preda da braccare e sottomettere, la segue fino nel bagno del locale per stuprarla: la vittima, fortunatamente, riesce a fuggire e a chiedere aiuto.

La segue nel bagno del locale per stuprarla: arrestato

Ora l’uomo è accusato di tentata violenza e lesioni: sono queste le accuse di cui dovrà rispondere un trentenne straniero con regolare permesso di soggiorno e residente ad Asti, fermato la scorsa notte dagli agenti della Questura intervenuti per soccorrere una donna, anche lei come il suo aguzzino, straniera, che ha fermato una pattuglia raccontando di essere stata vittima, poco prima, di un tentativo di violenza da parte di un connazionale, che però era riuscita a chiudere a chiave nel  bagno di un locale pubblico. Ai poliziotti la donna ha spiegato che mentre si trovava in un locale, per sfuggire alle attenzioni pressanti del connazionale, si era recata in bagno ma l’uomo l’aveva seguita tentando poi di avere un rapporto sessuale e morsicandola anche su una guancia. Divincolatasi la vittima, dopo aver chiuso l’aggressore in bagno, era scappata. L’uomo è stato fermato mentre di allontanava dal locale dopo aver forzato la serratura. Le indagini proseguono per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.