Allevatore e aguzzino di una 13enne: la faceva prostituire nell’ovile. Arrestato 61enne

Con l’accusa di avere fatto prostituire una tredicenne, i Carabinieri della compagnia di Agrigento hanno arrestato un allevatore di 61 anni di Gibellina. L’uomo è stato scovato dai Carabinieri di Sciacca in piena notte alla guida del suo veicolo, con a bordo la ragazzina.

La ragazzina fatta prostituire con dei romeni

L’allevatore ha dapprima tentato di ingannare i militari parlando di un inesistente rapporto di parentela tra lui e la minore. «Tuttavia – hanno spiegato gli inquirenti – la storia raccontata non ha convinto i Carabinieri che, anche in relazione alla sfilza di precedenti penali a suo carico, hanno deciso di approfondire il controllo, portando alla luce una vicenda agghiacciante». «In realtà – hanno chiarito ancora le autorità – l’allevatore aveva poco prima accompagnato la minorenne nel suo ovile per farla prostituire con altri soggetti di nazionalità romena».

Si cercano eventuali complici dell’allevatore

Sul caso sono in corso indagini delicate e riservate, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca. Numerosi interrogatori sono andati avanti per tutto il fine settimana, allo scopo di delineare tutte le responsabilità del 61enne e «di verificare l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti nella vicenda». Al termine degli interrogatori l’allevatore è stato tratto in arresto dai carabinieri di Sciacca. La Procura ha chiesto la convalida e l’applicazione della custodia in carcere che è stata disposta dal Gip. La ragazzina è stata affidata a una struttura di accoglienza, dove sarà seguita da un team di specialisti.