Violenza sulle donne, la Carfagna affonda il Pd: «Da voi solo chiacchiere, ecco i dati»

Solo chiacchiere, soltanto demagogia e misure elettorali, accusa Mara Carfagna, artefice della legge sullo Stalking quando era ministro per le Pari Opportunità nel governo Berlusconi. Nasce da qui lo scontro Pd-Forza Italia sul tema della violenza contro le donne. Tutto è partito da alcune dichiarazioni di Mara Carfagna su un report di Fi che verrà presentato domani, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nel corso della manifestazione #IdeeItalia a Milano. L’indagine, secondo l’ex-ministro, dimostrerebbe che con i governi di centrosinistra ci sarebbe stata “una battuta d’arresto inaccettabile” nel “contrasto alla violenza di genere”. Parole che hanno fatto insorgere il Pd. «Non si fa campagna elettorale sul corpo delle donne», replica Titti Di Salvo. Ed ancora Francesca Puglisi: «Fare campagna elettorale sul corpo delle donne è davvero di cattivo gusto».

In serata la controreplica di Carfagna: «Come spesso accade quando si accusa il Pd di una cosa vera, come l’avere trascurato per anni il tema delle Pari Opportunità e di essersi svegliato tutto d’un colpo, con un cinismo incredibile, a tre mesi dalle elezioni, qualcuno fa partire dichiarazioni fotocopia contro il presunto “avversario”, senza molta fantasia ne’ stile. Non è che ripetere venti volte, con venti parlamentari diversi che le cose sono state rimesse a posto, attenua gli imbarazzi e trasforma il nulla in realtà».