Veltroni alla sinistra: «Il regolamento di conti lascerà solo macerie»

A sinistra esiste un «rischio molto elevato» che restino «solo le macerie». A dirlo è stato Walter Veltroni, all’indomani dell’assemblea di Mdp da cui è arrivato un nuovo no alla proposta Dem di dare vita a una alleanza larga di centrosinistra.

«La divisione è un demone della sinistra»

«Se il problema è regolare i conti a sinistra resteranno le macerie», ha detto il fondatore del Pd, per il quale «la divisione è un demone della sinistra». «È un demone che porta a divisioni e al tanto peggio tanto meglio, lo si ritiene ineluttabile, ma penso sia un errore», ha sottolineato Veltroni, mentre più o meno negli stessi momenti il presidente della Regione Toscana e fondatore di Mdp, Enrico Rossi, ribadiva la chiusura già espressa da Pierluigi Bersani all’idea di dare vita una sorta di nuovo Ulivo.

Veltroni invoca l’unità contro il centrodestra

«Prendo atto, bisogna rispettare le posizioni degli altri. La risposta di ieri, dopo tanti appelli, è secca e netta», ha commentato Veltroni, parlando dell’esito dell’assemblea di Mdp, ma aggiungendo che «non vedo cosa possa portare di positivo alla sinistra italiana». «Se per effetto di questa divisione dovesse vincere il centrodestra ci sarebbero da fare considerazioni amare», ha proseguito Veltroni, per il quale se l’ostacolo all’alleanza fosse solo Renzi, sarebbe «sbagliato». «È stato il segretario del loro partito fino a qualche mese fa, adesso è diventato il problema? Certo – ha concluso Veltroni – Renzi deve essere capace di includere e aprire, ma che a sinistra il nemico sia la sinistra è grave».