Fausto Brizzi: in 10 lo accusano di molestie. Nancy Brilli lo difende (Video)

Fausto Brizzi finisce nella polvere travolto dallo scandalo molestie sessuali: un servizio delle Iene (che si può visionare sul sito di video.Mediaset), denuncia i casi di 10 aspiranti attrici che accusano il regista romano. I loro volti vengono mandati in onda oscurati, con mascherine e effetti che ne hanno camuffato i lineamenti rendendole irriconoscibili. Le voci sono alterate. le grandi accusatrici protagoniste della maxi video denuncia proposta da un lungo servizio delle iene dedicato alle molestie sessuali anche sui set – e non solo – di casa nostra sono tante; sono tutte giovani esordienti o poco di più; tutte ancora scosse, pur nella diversità delle reazioni che ognuna di loro ha raccontato di aver avuto rispetto all’approccio sessualmente aggressivo subito durante un provino piuttosto che nel corso di una presunta lezione di recitazione. Tutte persone diverse, alle prese, però, con la stessa situazione e – a detta loro – con un orco dall’unico volto: quello del regista Fausto Brizzi. 

Fausto Brizzi accusato di molestie sessuali: la denuncia delle Iene

Cineasta trascinato nella polvere da dieci delle testimonianze raccolte dalle Iene nell’inchiesta su violenze e abusi nel mondo del cinema italiano, chiamato in causa da un nutrito gruppo di aspiranti attrici che, nella loro diversità di approccio e di esiti, hanno tutte puntato univocamente l’indice contro il regista romano che, solo ieri, si era difeso dalle prime denunce sostenendo di non aver avuto mai rapporti che non fossero consenzienti. Una presa di posizione che Brizzi ha ribadito anche ieri, in tarda serata, in una dichiarazione affidata al suo legale Antonio Marino, e diffusa a ridosso delle accuse mosse all’interno del programma di Italia 1, che ha inanellato, una dopo l’altra, accusatrici e presunte aggressioni sessuali subite. Non solo: come riferito anche dal sito dell’Ansa in queste ore, l’autore dell’inchiesta, Dino Giarrusso, in calce al servizio ha spiegato anche che «delle decine di mail arrivate poi in redazione da altre attrici pronte a vuotare il sacco, una gran parte riguarda ancora una volta Brizzi. Non vogliamo accanirci su uno solo, non avrebbe senso, i personaggi coinvolti sono molti più di uno –ha premesso Giarrusso – . Lui ha subito replicato, e noi vogliamo credergli, ma il racconto di dieci attrici, che pure non si conoscono fra di loro, si somiglia in maniera impressionante»…

Nancy Brilli in difesa del regista romano

E nel coro delle polemiche e dei j’accuse che rischia di mescolare tre situazioni affini almeno quanto sensibilmente diverse – avances, molestie e stupro – al momento è solo l’attrice Nancy Brilli a intonare una voce fuori campo in difesa del regista con cui ha girato ben tre film: Ex, Maschi contro femmine e Femmine contro maschi. E in un’accorata dichiarazione riportata dal Corriere della sera e ripresa da il Giornale, l’attrice si schiera nettamente dalla parte di Brizzi sostenendo che con lei il regista romano «si è comportato da gentiluomo e, sui set, c’erano colleghe giovani e belle e non ho mai sentito un pettegolezzo». Non solo: secondo la Brilli «Fausto sarebbe sensibile al fascino femminile, ma lo sarebbe in modo garbato», e ribadendo che, semmai, «le denunce si fanno in Procura, circostanziate. E si è colpevoli quando è scritto in una sentenza». Troppo facile, rimarca l’attrice, «accusare a volto coperto, rischiando di distruggere persone e famiglie senza portare le prove». E per lei, al momento, la cert