Trump se la ride: Hillary, non sai perdere. Riprovaci tra tre anni…

“La peggiore e più grande perdente di tutti i tempi”. Così Donald Trump definisce la sua ex avversaria alle presidenziali in un tweet in cui afferma che Hillary Clinton, che definisce “disonesta” “non riesce a fermarsi, il che è ottimo per il Partito Repubblicano. Hillary, vai avanti con la tua vita e riprovaci tra tre anni”, conclude Trump nel suo tweet. La tensione è salita in questi giorni perché si paventa un’indagine sulla Clinton: l’indagine sul ruolo che ebbe la CLinton nella vendita alla Russia di una società che si occupa di uranio sarebbe “un disastroso passo verso la strumentalizzazione del sistema giudiziario, un tale abuso di potere”. Lo ha dichiarato la stessa ex candidata democratica alla presidenza commentando le notizie secondo cui l’attorney general Jeff Sessions sta valutando la nomina di un secondo procuratore speciale che, mentre Robert Mueller continua a scavare nei rapporti tra l’entourage di Donald Trump e la Russia, mettesse sotto inchiesta Clinton ed i democratici. “Quando ero segretario di Stato, andavano in giro per il mondo a vantare lo stato di diritto americano, ma se manderanno il segnale che siamo in una sorta di dittatura, di un regime autoritario dove gli oppositori politici vengono indagati in modo ingiusto e fraudolento – ha detto ancora l’ex segretario di Stato in un’intervista a Mother Jones – questo intaccherebbe il tessuto stesso del contratto sociale, la nostra fiducia nel sistema giudiziario”. In risposta alle rivelazioni della stampa, Sessions ha detto che considererà una mossa del genere solo se vi saranno i presupposti legali. La Clinton ultimamente ha scritto un presunto libro-verità in cui racconta perché è stata sconfitta.