Trump reagisce: non è ammissibile che un dittatore pazzo ricatti il mondo

giovedì 16 novembre 19:20 - di Antonio Pannullo

“Dobbiamo denuclearizzare la Corea del Nord“, ha affermato il presidente americano Donald Trump riassumendo i risultati del suo viaggio in Asia. “Tutte le opzioni restano sul tavolo”, ha aggiunto. “Una dittatura perversa” non può ricattare il mondo, ha sottolineato. Il presidente americano lo ha detto tornando a rivendicare i successi del suo viaggio in Asia. In un intervento dalla Casa Bianca, ha citato una per una le diverse tappe del suo viaggio e rivendicato i risultati soprattutto in campo economico ma anche sul fronte della crisi nordcoreana. “I giorni in cui si poteva trarre vantaggio dagli Stati Uniti sono finiti”, ha affermato Trump parlando della sua presa di posizione con Xi Jinping. E la Corea del Nord deve essere entrata prepotentemente nei colloqui tra Usa e Cina, se il presidente cinese Xi Jinping manderà un proprio inviato speciale in Corea del nord. A riferirne sono i media cinesi, precisando che Song Tao, inviato speciale di Xi e capo del dipartimento internazionale del Comitato centrale del Partito comunista, partirà per Pyongyang venerdì. Song – scrive l’agenzia di stampa cinese Xinhua – riferirà al governo nordcoreano dell’esito del 10° Congresso del Partito Comunista cinese. La missione segue di pochi giorni la visita del presidente americano, che ha chiesto alla Cina di esercitare maggiori pressioni sul regime comunista nordcoreano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *