Trasferta belga per 200 sindaci catalani fan di Puidgemont (video)

Circa duecento sindaci di città della Catalogna sono riuniti al Bozar, il Centro delle Belle Arti di Bruxelles, per un appuntamento pubblico “in sostegno del governo della Catalogna”. I sindaci portano tutti il bastone, simbolo della carica, e nel salone del Bozar cantano ad alta voce “Llibertat, llibertat” (Libertà, libertà). L’appuntamento in terra belga mira a spiegare alla comunità internazionale la condizione in cui si trovano a lavorare i sindaci ora che il governo centrale ha avocato a sé i poteri, dopo aver destituito, in base all’articolo 155 della Costituzione, il governo della Generalitat guidato da Carles Puigdemont, che sè scappato a Bruxelles.  Il presidente destituito della Generalitat de Catalunya è arrivato poco fa al Bozar di Bruxelles dove sono riuniti circa duecento sindaci arrivati dalla Catalogna “in sostegno del governo” deposto dalle autorità di Madrid. Puigdemont, colpito da un mandato di arresto europeo attualmente all’esame della magistratura belga, è stato accolto da un lungo applauso, dal coro “Llibertat, llibertat” e da cori inneggianti al “presidente della Catalogna”.