Terrorismo, «intercettazioni inquietanti»: la Francia trema ancora e reagisce

Una vasta operazione anti-terrorismo ha portato, in Francia, all’arresto di sette persone. Gli arrestati, di età compresa fra i 18 e i 65 anni, sono stati fermati a Aix-en-Provence, Mentone e in Seine-Saint-Denis. L’operazione è stata compiuta nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, ma anche nella banlieue parigina. Diverse inoltre le perquisizioni.

Le forze di elite contro il terrorismo

Due degli arrestati sono tra loro fratelli. Questa «importante operazione», si legge su Le Parisien, viene svolta con l’appoggio degli uomini della forza di elite Raid, dagli agenti della direzione antiterrorismo (Sdat), della Direzione interregionale della polizia giudiziaria di Marsiglia e della direzione generale per la sicurezza interna (Dgsi).

Le «intercettazioni inquietanti» captate dalla polizia

L’operazione è scattata nel quadro di un’inchiesta preliminare avviata dalla sezione antioterrorismo della procura di Parigi per «associazione a delinquere a scopo terroristico». Stando alle informazioni riportate da Le Parisien, che parla di «conversazioni inquietanti» intercettate dagli inquirenti, potrebbe essere stato sventato un progetto di attentato.