Teheran accusa: noi lavoriamo per la pace in Siria, Riad vuole la guerra

Sale la tensione tra Iran e Arabia Saudita. L’obiettivo dell’Iran è quello di partecipare ai colloqui per allentare le tensioni e giungere alla pace in Siria, mentre quello dell’Arabia Saudita è alimentare i conflitti. Lo ha sostenuto il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif citato dall’agenzia Irna. Zarif ha citato l’incontro che si terrà mercoledì a Sochi tra i capi di Stato di Iran, Turchia e Russia per mettere a punto una strategia che porti alla fine del conflitto siriano, in corso dal marzo del 2011. Questo summit, ha detto Zarif, si contrappone ha quello di ieri al Cairo della Lega Araba, voluto dai sauditi, durante il quale Riad ha chiesto di adottare una linea dura nei confronti di Teheran. Zarif ha aggiunto che l’Iran ha sempre e solo lavorato per giungere a una tregua in Siria, mentre i sauditi accusano Teheran di destabilizzare la regione e creare una escalation nella crisi. ”In realtà sono gli stessi sauditi che sono impegnati in una guerra in Yemen, stanno assediando il Qatar e stanno alimentando la crisi in Libano”, ha proseguito Zarif. Iran e Arabia Saudita hanno posizioni opposte nella guerra in Siria, con Teheran che sostiene il regime di Bashar al-Assad e Riad l’opposizione. Posizioni opposte anche in Yemen, con l’Iran dalla parte dei miliziani sciiti houthi e Riad del governo del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi.

(Foto Epa)