Svolta nel giallo della pittrice scomparsa da Ancona, ritrovato un corpo: è il suo

La certezza completa e definitiva arriverà solo dall’autopsia, disposta per lunedì mattina, ma inquirenti e carabinieri sembrano non avere dubbi: il corpo di una donna, ritrovato venerdì in un corso d’acqua a Tolentino (nei pressi di Macerata), sarebbe proprio quello di Renata Rapposelli, la pittrice 64enne, scomparsa dal 9 ottobre dopo un incontro in famiglia, nella di Giulianova, con l’ex marito Giuseppe Santoleri e il figlio Simone, entrambi ora indagati per concorso in omicidio volontario.

Pittrice scomparsa, ritrovato un corpo: è il suo?

A quanto fin qui ricostruito nel corso delle indagini prima del ritrovamento del corpo, la donna, che viveva da sola ad Ancona, sarebbe letteralmente scomparsa nel nulla dopo aver chiesto all’ex marito, che in base a quanto da lui stesso dichiarato, la stava riaccompagnando a casa, di lasciarla nei pressi del Santuario di Loreto. Oggi, alla luce del rinvenimento di un corpo di donna in avanzato stato di decomposizione, sembra che bigiotteria e indumenti ritrovati sul cadavere sarebbero gli stessi che, per i familiari, la pittrice indossava nel corso del loro ultimo incontro. E allora, come riportato dal Corriere della sera tra gli altri, in queste ore, “durante un primo esame cadaverico, condotto dal medico legale Antonio Tombolini, è stata trovata una ciocca di capelli di colore chiaro attaccata al cranio. All’esame dei carabinieri (in questo caso la Procura di Macerata sta procedendo contro ignoti per occultamento o distruzione di cadavere) anche alcuni oggetti personali rinvenuti nel fango che avvolgeva il corpo, in buona parte ridotto allo stato scheletrico, in particolare una croce a forma di tau e un orologio”.

Le incongruenze nel racconto degli indagati

Non solo: a quanto fin qui raccolto dagli inquirenti, tra interrogatori degli indagati e testimonianze, sono diverse le cose che non tornerebbero: a partire dagli orari su appuntamenti e spostamenti della vittima resocontati da ex marito e figlio – che non collimerebbero, per esempio, con una testimone che avrebbe detto di aver visto la pittrice scomparsa in un negozio ad un’ora incompatibile con le distanze dal santuario dove l’ex coniuge dichiara di aver lasciato la donna scomparsa. Intanto per martedì è previsot un nuovo interrogatorio dei due Santoleri: alla luce della nuova svolta, aumentano infatti i punti che gli indagati dovranno chiarire agli inquirenti…