Stupro Firenze: «È bello, non ha bisogno di violentare»: frase choc del legale

“E’ un bellissimo ragazzo, non ha proprio bisogno di stuprare nessuna”. Una dichiarazioe agghiacciante arriva dall’avvocato Giorgio Carta, in un’intervista audio a ‘Radio Capital’ rilanciata da diverse testate, parla del proprio assistito Pietro Costa, uno dei due carabinieri accusati di aver violentato le due studentesse americane a Firenze nella notte tra il 6 e il 7 settembre scorsi. “Il nostro assistito si dice che abbia avuto un rapporto sessuale” invece “non ha avuto quasi niente”, aggiunge.

Pioggia di insulti sul web

Dichiarazioni che, dopo la diffusione dell’audio, hanno scatenato, secondo quanto denuncia lo stesso avvocato su Facebook, una pioggia di insulti sul web contro il legale. “Una giornalista che non conoscevo – si giustifica – mi ha tenuto dieci minuti al telefono senza preavvertirmi che stava registrando e che intendeva pubblicare l’audio. Risultato? Due frasi estrapolate dal contesto e centinaia di insulti web indirizzati al sottoscritto da illustri sconosciuti”.

L’avvocato non demorde: “Rapporti consenzienti”

Nei giorni scorsi le due studentesse americane, 20 e 21 anni, hanno confermato nel corso dell’incidente probatorio le loro accuse nei confronti dei due carabinieri Pietro Costa, 32 anni, e Marco Camuffo, 44 anni, indagati dalla Procura di Firenze per violenza sessuale e sospesi dal servizio dall’Arma. In quell’occasione l’avvocato Carta ha ribadito la linea difensiva secondo la quale i rapporti sessuali furono consenzienti.