Strage di New York, Trump contro la green card facile. E’ scontro con i democratici

Dopo l’attentato di New York, s’accende negli Usa lo scontro politico sugli ingressi facili. Donald
Trump si scaglia contro la Lotteria  che ogni anno assegna a decine  di migliaia di stranieri il permesso di soggiorno negli Stati Uniti.  “Il terrorista è venuto nel nostro Paese attraverso il Diversity Visa Lottery Program, un regalo di Chuck Schumer. Voglio un sistema che si basi sul merito”. Il  riferimento è alla legge sull’immigrazione del 1990, che istituì  l’attuale sistema della Lotteria per ottenere la Green Card, e la cui  ideazione Trump attribuisce al senatore Chuck Schumer, attuale leader della minoranza democratica al Senato. “Stiamo lottando duramente per un’immigrazione basata sul merito, basta lotterie democratiche”.

La reazione dei democratici americani è stizzita. Il primo a scagliarsi contro Trump è il sindaco di New York Bill de Blasio: “L’ultima cosa che un presidente o chiunque altro dovrebbe fare è di politicizzare questa tragedia”. Gli fa eco lo stesso Schumer, che parla anch’egli di “strumentalizzazione”da parte di Trump: “Ho sempre creduto e continuo a credere che  l’immigrazione faccia bene all’America. Il presidente Trump, invece di politicizzare e dividere l’America, una cosa che fa sempre ogni volta che c’è una tragedia nazionale, dovrebbe concentrarsi sulla vera soluzione, il finanziamento dell’anti terrorismo, che nell’ultimo budget ha proposto di tagliare”.

Il fatto è, come ricorda il segretario di Stato Rex Tillerson, che il terrorismo “oggi non ha confini”. Una vigilanza più attenta sugli ingressi di stranieri provenienti dalle zone dell’integralismo islamico è il minimo che uno Stato può fare per difendersi. Ma questo, le “anime belle” liberal, sembrano averlo dimenticato.