Siria, i caccia bombardieri russi spazzano via gli ultimi presìdi dell’Isis

Nuovi raid russi contro obiettivi dell’Isis nella provincia siriana di Deir Ezzor. Secondo quanto confermato dal ministero degli Esteri di Mosca, “bombardieri a lungo raggio Tupolev-22M3”, partiti da una base aerea in Russia, “hanno effettuato un pesante bombardamento contro obiettivi dei terroristi dell’Isis” nella provincia. Caccia “Sukhoi-24 decollati dalla base di Khmeimim hanno effettuato raid mirati” contro alcuni siti e Su-30SM e Su-35S sono stati impiegati in appoggio durante l’operazione. “Le forze aeree russe – aggiunge la nota – continuano a sostenere le truppe governative siriane impegnate nell’offensiva contro l’Isis nell’est del Paese”. Le forze armate siriane presto libereranno le zone a ovest del fiume Eufrate e ciò “consentirà di completare l’operazione per distruggere i terroristi dello Stato islamico nell’est del Paese”. Lo ha dichiarato il ministero della Difesa russo, commentando le ultime operazioni militari condotte dalle forze di Damasco nella provincia di Deir Ezzor. “Le forze governative, sotto il comando del leggendario generale siriano Sukhel, presto libereranno la riva occidentale dell’Eufrate”, ha annunciato il ministero. Dopo aver liberato Abu Kamal nella provincia di Deir Ezzor, le truppe del regime siriano, appoggiate dall’aviazione russa, stanno proseguendo la loro offensiva lungo il fiume Eufrate. “Nel quadro dell’operazione guidata dai consiglieri militari russi, le unità delle forze siriane sotto il comando del generale Sukhel hanno completamente liberato dai terroristi dell’Isis il villaggio di Al-Qraya nelle ultime 24 ore”, ha riferito il ministero della Difesa russo.