Rubato in Francia un quadro di de Chirico di “valore inestimabile”

Un quadro di Giorgio de Chirico di “valore inestimabile” è stato trafugato dal Museo di Belle Arti di Béziers, nel sud della Francia. La “Composizione con autoritratto” del 1926. Il quadro dell’artista italiano (1888-1978), fondatore del movimento della pittura metafisica, faceva parte della collezione di Jean Moulin, uomo politico francese morto durante la Seconda Guerra mondiale, nato proprio a Béziers. Il furto risale a giovedì 16 novembre, ma è stato reso noto solo in queste ore.

quadro-de-chirico

L’opera di De Chirico rimossa con un taglierino

Secondo la prima ricostruzione, i custodi del museo Fabérgat di Béziers hanno trovato solo la cornice vuota all’ora di chiusura. Secondo Le Midi Libre, il grande quotidiano della zona, una delle ipotesi che la tela sia stata rimossa con un taglierino. Si tratta di un’opera di “valore inestimabile”, secondo gli esperti. L’indagine è stata affidata alla polizia di Montpellier, ma in assenza di videosorveglianza all’interno e intorno al museo, ritrovare i ladri non sarà facile. Intanto, il comune guidato dal sindaco Robert Menard, il fondatore di Reporters sans fronters eletto al municipio con il sostegno del Front National, ha sporto denuncia. La collezione di Jean Moulin include altri capolavori di celebri artisti: da Soutine a Raoul Dufy, da Kermegne a Suzanne Valadon, ma sono tutti rimasti al loro posto.