Riina, slitta il trasferimento della salma a Corleone: problemi burocratici

Slitta a domani mattina il trasferimento della salma del boss mafioso Totò Riina da Parma a Corleone. A darne notizia è l’agenzia di stampa Adnkronos, chiarendo che il ritardo nella partenza sarebbe dovuto all’adempimento di alcune formalità burocratiche. L’arrivo del feretro di Riina è dunque atteso nella serata di domani e non più nella mattinata.

La Procura di Parma ha dato il nulla osta

La notizia del ritardo è giunta piuttosto inattesa: dopo che la Procura di Parma aveva dato il nulla osta al trasferimento, si era parlato di una partenza immediata per la Sicilia, dove si svolgeranno le esequie del boss morto nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma. Il programma iniziale prevedeva che dopo l’arrivo in Sicilia il feretro fosse accompagnato fino a Corleone, paese natale del capomafia.

La salma attesa per una benedizione all’alba

Secondo indiscrezioni, inoltre, esclusi i funerali, la salma di Riina dovrebbe essere benedetta dal parroco del piccolo comune, Fra Giuseppe Gentile, durante una breve cerimonia prima della tumulazione nel cimitero. Il parroco ha già celebrato in passato le nozze della figlia minore di Riina, Lucia. La benedizione della salma sarebbe dovuta avvenire all’alba di domani, anche se non era escluso che si potesse celebrare mercoledì, ma sempre all’alba.