Ricky Memphis: mi sono liberato dalla sinistra ottusa, e ora credo in Dio (video)

Ricky Memphis, popolare attore romano giunto al successo con la serie Distretto di polizia, ha parlato al Maurizio Costanzo Show della sua fede religiosa, ritrovata dopo essersi liberato da un ottuso e chiuso anticlericalismo, figlio della cultura di sinistra. «Sì ho riscoperto la mia fede. Mi sono liberato da tutte le sovrastrutture di sinistra, di un certo ambiente anticlericale». E ancora: «Mi avevano inculcato di essere anti-religioso. All’epoca mi vergognavano di credere, poi ad un certo punto ho iniziato a pensare con il cervello mio e ho riscoperto la mia fede. Grazie a Dio!».

L’attore, come riferisce Il sussidiario.net, ha parlato della cultura di sinistra come di una sovrastruttura imposta, di un pensiero unico che obbliga a professarsi non credente o ateo. «Da ragazzo vivevo in un ambiente molto di sinistra, dove professarsi cattolico equivaleva a confessare un assassinio. Cercavo la spiritualità nel buddismo, nello sciamanesimo, nei libri di Carlos Castaneda. Poi ho fatto pace con la mia vera fede». E finalmente è arrivato il coraggio di scegliere. E di pensare con la propria testa.

“Ho scoperto la fede”