Pirlo dà l’addio al calcio con un tweet: «Porto nel cuore tutti i miei tifosi»

È ufficiale: Andrea Pirlo lascia il calcio dopo una lunga, intensa e straordinaria carriera nel corso della quale ha indossato, nell’ordine, la maglia di Inter, Milan e Juve, vale a dire i tre più prestigiosi club italiani. Da calciatore ha vinto praticamente tutto, compresa – nel 2006 a Berlino – la Coppa del Mondo con la Nazionale dopo un’avvincente sfida contro la Francia risolta solo ai calci di rigore.

Pirlo è stato campione del mondo nel 2006

È stato lo stesso Pirlo a comunicare il suo addio al calcio attraverso un tweet: «Ultima partita in Mls (Major league soccer, in pratica l’equivalente statunitense della nostra Serie A, ndr). Con il mio periodo al New York FC che si avvicina alla fine, vorrei dire qualche parola. Voglio ringraziare tutti per la gentilezza e il supporto dimostrati in questa incredibile città. Grazie a questi fantastici tifosi, grazie allo staff tecnico e a tutti coloro che lavorano dietro le scene, grazie ai miei compagni. Non finisce solo la mia avventura a New York, ma anche il mio viaggio come calciatore».

Dopo Inter, Milan e Juve ha giocato negli Usa

Pirlo si è rivelato un atleta particolarmente longevo. Lascia infatti il calcio all’età di 38 anni, età in cui per molti calciatori le scarpette sono attaccate al chiodo già da tempo: «Colgo l’occasione – si legge ancora nel tweet del campione del mondo – per ringraziare la mia famiglia e i miei figli per il supporto e l’amore che mi danno sempre, ogni squadra per cui ho avuto l’onore di giocare, ogni compagno di squadra al cui fianco sono sceso in campo, tutte le persone che hanno reso la mia carriera incredibile e non da ultimi i tifosi di tutto il mondo che mi hanno sempre mostrato supporto. Sarete per sempre al mio fianco e nel mio cuore». Parole semplici, da autentico atleta. Grazie di tutto grande campione.