Ostia, centrodestra al ballottaggio con M5S. Cpi al 9%. Pd e Fiano “asfaltati”

lunedì 6 novembre 9:38 - di Redazione

E’ ufficiale, è  ballottaggio tra M5s e centrodestra a Ostia, per la sfida alla presidenza del X Municipio della Capitale. La candidata grillina Giuliana Di Pillo, quando sono pervenuti i voti da tutte le 183 sezioni, si è fermata al 30,21% non riuscendo a spuntare l’elezione al primo turno. A contenderle la poltrona da minisindaco ci sarà Monica Picca, sostenuta dal centrodestra unito, che ha spuntato il 26,68%. Terzo Athos De Luca (Pd), con il 13,69%, seguito da Luca Marsella, il candidato di Casapound, che raggiunge un risultato record: 9,12%. Bene anche l’ex viceparroco Franco De Donno con l’8,61% finale. Seguono Andrea Bozzi, leader delle liste civiche per l’autonomia, al 5,54%; l’ex consigliere municipale di Sel Eugenio Bellomo al 3,61%; il candidato del Popolo della Famiglia Giovanni Fiori con l’1,34% e l’avvocato Marco Lombardi con l’1,32%.

Dimezzata la Raggi

La sindaca di Roma Virginia Raggi non passa quindi il test di ‘mid term’. A 17 mesi dalla tornata elettorale delle Comunali a Roma, quando gli abitanti del X Municipio premiarono Raggi con il 43,6% dei voti al primo turno (che diventò 76% al ballottaggio), il litorale romano non riconferma i consensi che regalò al M5S: la candidata Giuliana Di Pillo, già delegata alle politiche del litorale della sindaca, deve accontentarsi di un 30,21% con la lista dei grillini al 30,33% quando mancano ancora i dati di una sezione. Un risultato che si rivela una quasi-bocciatura per la sindaca di Roma se si considera che le elezioni del X Municipio, che conta oltre 230mila abitanti, erano viste come un primo banco di prova del primo anno e mezzo di governo a 5 stelle. Una débacle inesorabile per il Pd.

Boom di Casapound

In forte ascesa il consenso di Casapound. Va segnalato nella coalizione di centrodestra, che ad Ostia si è presentata unita in sostegno di Monica Picca arrivata al ballottaggio, il primo partito è Fdi con il 9,68% delle preferenze, seguito da Fi all’8,47% e da Noi con Salvini al 4,16%, mentre Liberi per Picca Presidente si è fermata al 2,20% e la Lista civica Picca presidente al 2,09%. Rispetto alle scorse amministrative però, se Fdi si mantiene sostanzialmente stabile, a registrare un miglioramento dei consensi sono Fi, che l’anno scorso in appoggio al candidato sindaco Alfio Marchini prese nel municipio X il 5,59%, e Noi con Salvini, che al voto capitolino incassò nel territorio di Ostia il 2,89% delle preferenze.

Sfida tutta in salita per i cinquestelle

Ora il M5S si trova a dover affrontare un ballottaggio in un territorio che solo poco più di un anno fa si era rivelato uno straordinario ‘serbatoio’ di consensi per i grillini. Una sfida che si preannuncia tutta in salita: il movimento deve fare i conti da un lato con l’astensionismo record (ha votato un elettore su tre), dall’altro con un centrodestra unito su Monica Picca, oltreché sull’affermazione di Casapound.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *