Ostia, centrodestra al ballottaggio con M5S. Cpi al 9%. Pd e Fiano “asfaltati”

E’ ufficiale, è  ballottaggio tra M5s e centrodestra a Ostia, per la sfida alla presidenza del X Municipio della Capitale. La candidata grillina Giuliana Di Pillo, quando sono pervenuti i voti da tutte le 183 sezioni, si è fermata al 30,21% non riuscendo a spuntare l’elezione al primo turno. A contenderle la poltrona da minisindaco ci sarà Monica Picca, sostenuta dal centrodestra unito, che ha spuntato il 26,68%. Terzo Athos De Luca (Pd), con il 13,69%, seguito da Luca Marsella, il candidato di Casapound, che raggiunge un risultato record: 9,12%. Bene anche l’ex viceparroco Franco De Donno con l’8,61% finale. Seguono Andrea Bozzi, leader delle liste civiche per l’autonomia, al 5,54%; l’ex consigliere municipale di Sel Eugenio Bellomo al 3,61%; il candidato del Popolo della Famiglia Giovanni Fiori con l’1,34% e l’avvocato Marco Lombardi con l’1,32%.

Dimezzata la Raggi

La sindaca di Roma Virginia Raggi non passa quindi il test di ‘mid term’. A 17 mesi dalla tornata elettorale delle Comunali a Roma, quando gli abitanti del X Municipio premiarono Raggi con il 43,6% dei voti al primo turno (che diventò 76% al ballottaggio), il litorale romano non riconferma i consensi che regalò al M5S: la candidata Giuliana Di Pillo, già delegata alle politiche del litorale della sindaca, deve accontentarsi di un 30,21% con la lista dei grillini al 30,33% quando mancano ancora i dati di una sezione. Un risultato che si rivela una quasi-bocciatura per la sindaca di Roma se si considera che le elezioni del X Municipio, che conta oltre 230mila abitanti, erano viste come un primo banco di prova del primo anno e mezzo di governo a 5 stelle. Una débacle inesorabile per il Pd.

Boom di Casapound

In forte ascesa il consenso di Casapound. Va segnalato nella coalizione di centrodestra, che ad Ostia si è presentata unita in sostegno di Monica Picca arrivata al ballottaggio, il primo partito è Fdi con il 9,68% delle preferenze, seguito da Fi all’8,47% e da Noi con Salvini al 4,16%, mentre Liberi per Picca Presidente si è fermata al 2,20% e la Lista civica Picca presidente al 2,09%. Rispetto alle scorse amministrative però, se Fdi si mantiene sostanzialmente stabile, a registrare un miglioramento dei consensi sono Fi, che l’anno scorso in appoggio al candidato sindaco Alfio Marchini prese nel municipio X il 5,59%, e Noi con Salvini, che al voto capitolino incassò nel territorio di Ostia il 2,89% delle preferenze.

Sfida tutta in salita per i cinquestelle

Ora il M5S si trova a dover affrontare un ballottaggio in un territorio che solo poco più di un anno fa si era rivelato uno straordinario ‘serbatoio’ di consensi per i grillini. Una sfida che si preannuncia tutta in salita: il movimento deve fare i conti da un lato con l’astensionismo record (ha votato un elettore su tre), dall’altro con un centrodestra unito su Monica Picca, oltreché sull’affermazione di Casapound.