Neonato abbandonato vicino ai rifiuti: piangeva ed era invaso dalle formiche

Abbandonato a soli otto giorni di vita sotto un albero vicino a un cumulo di immondizia e invaso dalle formiche. È accaduto nel quartiere Brasilia della città di Feira de Santana, a circa 100 chilometri da Salvador, la capitale dello stato Salvador de Bhaia in Brasile. Una residente della zona ha raccontato a Globo che il bambino è stato abbandonato vicino ai sacchetti dell’immondizia. «Le formiche lo avevano invaso e piangeva. Piangeva così tanto che tutto il vicinato lo ha sentito», ha detto Mariene Mota, una tra le prime soccorritrici.

Neonato abbandonato, le testimonianze

Numerose le persone che sono accorse per aiutare il neonato. «Il piccolo piangeva molto. Visto che io e mia moglie abbiamo un bambino di sei mesi, lei lo ha allattato, mentre la polizia stava arrivando», ha raccontato Mario Gusmão.
Dopo essere stato preso in custodia dagli agenti, il lattante è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico della città, dove gli è stato dato il nome di Saul. La pediatra, che si occupa del caso, ha riferito che il bambino è stato sottoposto a tutti gli esami di routine e gli sono stati somministrati degli antibiotici per evitare il rischio infezioni. I medici hanno stimato che Saul ha circa 8 giorni e pesa 3,7 chili. Quando sarà dimesso, sarà ospitato in un istituto, intanto è stata avviata un’indagine per cercare la famiglia che lo ha abbandonato.