Nello Musumeci, l’ex attivista del Msi che ha riunito tutto il centrodestra

Nello Musumeci ha già annunciato che questa campagna elettorale sarà l’ultima della sua lunga carriera politica. Perché Musumeci, 62 anni, originario di Militello in Val di Catania, la politica ce l’ha nel sangue. Una passione che lo accompagna da quando a 15 anni è entrato nella fila della Giovine Italia e che l’ha portato, negli anni, ad essere eletto segretario provinciale del Movimento Sociale Italiano a Catania, presidente della provincia di Catania dal 1994 al 2003, sotto le bandiere del Msi, eurodeputato al parlamento europeo dal 1994 al 2009, sottosegretario al ministero del Lavoro nel governo Berlusconi (2011) eletto all’Ars nel 2012 e presidente della commissione regionale antimafia nell’ultima legislatura. Padre di tre figli, bancario e, come ama ricordare, giornalista pubblicista, il candidato a Palazzo d’Orleans che è stato in grado di ricompattare il centrodestra (Forza Italia, Fdi e Lega) ha fra le sue passioni la cucina, i cani e la musica classica. Nel 2015 fondò il movimento civico siciliano “Diventerà bellissima”; richiamandosi a una frase di Paolo Borsellino, con cui Musumeci condivideva amicizia e idee. Pare che uno dei suoi piatti migliori sia lo spezzatino, preparato rigorosamente con carne di manzo. Il luogo dove preferisce dedicarsi ai fornelli è invece la campagna di famiglia, quella a Militello Val di Catania, dove vivono anche i suoi due cani – Lulù e Bimba – e dove ama trascorrere il tempo passeggiando fra alberi di agrumi e ulivi. E a Militello tornerà anche stasera per chiudere, come da tradizione, la sua campagna elettorale. L’esito del voto però lo attenderà a Catania. Anche questa una scaramanzia.