Né Fiano né l’incendio la fermano: torna la scritta “Dux” sul monte Giano

Nulla hanno potuto, la natura ha fatto il suo corso. Con buona pace dell’onorevole Fiano e dell’incendio disastroso e doloso di questa estate, con la prima nevicata della stagione in quota è tornata visibile la scritta “Dux” sul Monte Giano, sopra Antrodoco. Il paesaggio del monte torna integro. Nonostante i 90 chilometri di distanza la scritta Dux appare nitida anche da Roma per chi si affacciava dal Gianicolo o da Monte Mario. Ecco, consigliamo a Laura Boldrini e all’onorevole Fiano di non affacciarsi, per non procurarsi un rigurgito di bile.

Scritta “Dux”: scatterà l’allarme rosso?

Ricordiamo che tra fine agosto e gli inizi di settembre, piromani ancora a piede libero dettero fuoco all’area con la scritta “Dux”: gli inquirenti non sono ancora risaliti alla loro identità. La scritta venne realizzata in omaggio a Benito Mussolini nel 1939, con 20 mila abeti piantati su un’area di 8 ettari dagli allievi della Scuola delle Guardie Forestale di Cittaducale. La scritta è stata unanimemente considerata patrimonio artistico e monumentale naturale, oltre che parte dell’identità di Antodoco. Ora che la scritta è tornata integra, scatterà l’allarme rosso per “apologia di fascismo”, visto che  già è riiniziato il solito rituale dei turisti e dei selfie davanti il monte “fatale” ? Ricordiamo come le polemiche innescate da Laura Boldrini furono accolte da tutti con l’ironia del caso, come ad esempio l’ “evento” su Fb “Una settimana bianca con gli onorevoli Boldrini e Fiano sul Monte Giano”, che risultò molto popolare sui social.