Naufragio di due barconi davanti alle coste libiche: almeno 30 i morti

Ancora una tragedia dell’immigrazione, ancora una volta il Mediterraneo che si trasforma in una bara. Sarebbero infatti almeno 30 (ma il bilancio, purtroppo, è destinato a salire) i morti causati dal naufragio di due barconi di migranti avvenuto sabato mattina davanti alle coste libiche occidentali a largo di Garabulli.

La guardia costiera di Tripoli: cadaveri straziati dagli squali

Lo ha riferito il portavoce della Marina libica, Ayub Ghasem. Ammonterebbero invece a 200 le persone salvate e poi ricondotte a Tripoli. La guardia costiera libica ha anche riferito un particolare agghiacciante: molti cadaveri sarebbero stati fatti a pezzi e divorati dagli squali. Con i morti di questa nuova tragedia, si stima che quest’anno siano circa tremila i migranti morti o dispersi nel tentativo di raggiungere l’Europa.