Musumeci commuove dedicando la vittoria ai figli. Uno morì a 32 anni (video)

È stato un discorso tanto sobrio quanto commovente quello di Nello Musumeci per la vittoria in Sicilia. Il neopresidente ha dedicato il risultato delle elezioni ai suoi «tre figli e ai figli di tutti i siciliani», trattenendo a stento le lacrime e rivolgendosi a chi lo stava ascoltando con un «credetemi quando lo dico, vorrei gioire ma non posso».

Un dramma vissuto in privato

Musumeci non ha aggiunto altri dettagli, ma molti in platea sapevano a cosa si stesse riferendo e, come Giorgia Meloni, a loro volta non sono riusciti a trattenere le lacrime. Musumeci ha perso un figlio di 32 anni nel 2013. Il ragazzo fu trovato morto in casa e l’autopsia rivelò che aveva avuto un infarto. Si tratta di una storia che le persone più vicine al neopresidente conoscono bene, ma che molti ignoravano e sulla quale Musumeci non ha voluto indugiare neanche quando sul palco gli sono mancate per un attimo le parole.

La confessione a un sostenitore: «Penso a mio figlio»

Solo dopo, mentre stava uscendo dalla sala gremita del comitato elettorale, a un sostenitore che con affetto lo incoraggiava sottolineandone la commozione durante il discorso, Musumeci ha rivelato cosa ci fosse dietro quegli «occhi incerti tra il sorriso e il pianto» di cui aveva parlato. «Penso a mio figlio», ha detto a voce bassa il presidente, prima di andare via.