«Mussolini va ringraziato»: la predica fascista di padre Tam fa il giro del web (video)

 

Inneggia alla marcia su Roma. “Mille grazie a Mussolini e ai suoi uomini, che hanno avuto la volontà, il coraggio, la decisione di farla…”. Propone un manuale del buon fascista. “Non basta la camicia nera e fare un saluto romano. Essere fascisti vuol dire credere, combattere e morire per quelli che sono i fondamenti della civiltà: Dio, patria e famiglia”. A parlare, in un’omelia, in piedi dell’altare, è padre Giulio Maria Tam, prete fascistissimo, che da anni celebra cerimonie per i caduti della Rsi. Il video di questa “ode” al fascismo è andato in onda durante la puntata di Quinta Colonna. Dice ancora padre Tam: “Mussolini è un uomo che ci è stato inviato dalla provvidenza divina”. Padre Tam, che vive a Sondrio, in Valtellina, è stato scomunicato dal Vaticano. Nonostante questo, da anni va avanti e predica il suo credo. Su quell’altare sviluppa le sue orazioni, orgoglioso della marcia su Roma, come dichiara ai fedeli presenti. “Il fascismo è una dottrina, una cultura, uno stile di vita. Abbiamo dato Dio all’Italia e l’Italia a Dio, cercate nella storia del nostro Paese un altro uomo politico che ha ricevuto queste parole dal romano Pontefice”.