Meteo, gelo, vento e pioggia sferzano la penisola. Neve a bassa quota

Il freddo e il gelo erano stati annunciati dalle previsione meteo degli ultimi giorni: ciò nonostante l’arrivo di Attila, arrivato sulla penisola con il suo carico di vento, pioggia e neve a bassissima quota, sta portando maltempo diffuso al Nordest e in Toscana – dove la neve sta cadendo a quote prossime alla pianura – e creando disagi che hanno preso in contropiede molti dei comuni interessati dalla perturbazione.

Meteo, gelo, vento e pioggia sul Belpaese

L’Italia sferzata dal vento gelido è avvisata e ha già abuto un primo assaggio di maltempo che proseguirà anche nei prossimi giorni con  vento, pioggia e neve che colpiranno ancora, principalmente il Triveneto, l’Emilia Romagna, la Toscana e le regioni tirreniche meridionali. Nubifragi saranno possibili su Forlivese, Riminese, Fiorentino e Aretino montuosi, e Pesarese e Urbinate. La neve, poi, cadrà sopra i 3-400 metri al Nordest e in Toscana, localmente anche mista a pioggia in Emilia. Ma non solo il centro-nord nella morsa del maltempo: piogge sono previste anche al sud e sulle isole, in Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna.

Venti imponenti: Bora, Maestrale e Tramontana

Nei giorni successivi Attila si sposterà infatti verso il Centro-Sud, interessando soprattutto Marche, Abruzzo, Sardegna orientale e poi i settori ionici. Non solo: il vento soffierà con veemenza in tutte le sue declinazioni locali – Bora, Maestrale e Tramontana – e potrà toccare raffiche fino a 90/100 km/h, con possibili danni alle strutture e sradicamenti di alberi (annunciano preventivamente i metereologi). Infine, va detto che il bel tempo tornerà al Nord e sulle regioni tirreniche centrali già da domani, con ultime piogge sulla Romagna. Al Centro-Sud insisterà ancora almeno fino a giovedì e parte di venerdì. Nel successivo weekend un nuovo attacco instabile dal Nord Europa potrebbe raggiungere nuovamente l’Italia.