Meloni: «Una metro veloce per rompere l’isolamento di Ostia» (Video)

Ostia e il X municipio non hanno bisogno di autonomia, ma, al contrario, di essere collegati a Roma: per questo anche il famoso trenino – la linea Roma-Lido che collega la capitale con il litorale romano – è uno strumento cruciale, mai valorizzato dalle amministrazioni di centrosinistra e grilline che si sono alternate in Campidoglio e che necessità di manutenzione e potenziamento.

Meloni, una metro veloce per un vero collegamento con la capitale

Un messaggio anche simbolico – oltre che pragmaticamente funzionale – quello che la leader di Fratelli d’Italia ha affidato all’annuncio a due voci fatto da Ostia insieme a Monica Picca, candidata presidente al Municipio X per il centrodestra, con cui la Meloni condivide l’intenzione di arrivare a utilizzare appieno, senza intoppi e disagi, la linea Roma-Lido per raggiungere la città di Ostia dalla capitale (e viceversa). «Trasformeremo la linea Roma-Ostia in metropolitana leggera – ha detto la Meloni – Ostia e il Municipio X non hanno bisogno di autonomia, ma di essere collegate a Roma. Ma la Roma-Lido è un’infrastruttura che risale al periodo del Ventennio, con vagoni vecchi anche di vent’anni, che noi vorremmo trasformare in una metropolitana leggera», e non più uno strumento simbolo del degrado e dell’abbandono in cui versa il X municipio nelle mani dei grillini oggi, e del centrosinistra fino a ieri.

Le proposte della Picca su Pineta, porto turistico e altre infrastrutture

Del resto, nei giorni scorsi la stessa Picca – in sintonia con quanto appena ribadito dalla Meloni su Ostia – tornava a ripetere la sua femra intenzione di restituire, una volta eletta presidente, «Ostia ai cittadini». «Istituirò un presidio fisso di Protezione Civile alla Pineta di Castel Fusano – riportava non a caso nei giorni scorsi il Messaggero online – e difenderemo quest’area dai piromani con pattugliamenti, video-sorveglianza, ma soprattutto con la frequentazione costante e una manutenzione realizzate con il metodo della sussidiarietà, cioè coinvolgendo associazioni ambientaliste, culturali e sportive, per fare in modo di ricreare una rete di controllo e fruibilità organizzata», spiegava la candidata del centrodestra alla presidenza del Municipio X. Un concetto di rete di controlli e manutenzione che ben si adatta anche al progetto della metropolitana veloce annunciato oggi insieme a Giorgia Meloni, così come con quello di un nuovo sviluppo di infrastrutture come il porto turistico del litorale di cui, come ribadito nei giorni scorsi dalla Meloni e dalla Picca, Ostia ha davvero bisogno. E non da oggi.